Tutto il territorio Home / Scopri il territorio / Località / Vezzano sul Crostolo in Vezzano sul Crostolo

Vezzano sul Crostolo

Il comune di Vezzano sul Crostolo è situato ai lati della statale 63, a monte della direttrice pedecollinare.

Informazioni e contatti

Altitudine: m 162.
Abitanti: 4.286 (al gennaio 2015).
Cap: 42030.
Mercato settimanale: mercoledì.
Santo Patrono: San Martino (11 novembre).
Frazioni: La Vecchia, Montalto, Paderna, Pecorile, Sedrio.
telefono 0522 601911 - Municipio
sito web Comune di Vezzano sul Crostolo

Come arrivare

Vezzano sul Crostolo

In auto
Da Reggio Emilia: SS63 direzione Castelnovo né Monti-Passo del Cerreto.

In bus
Da Reggio Emilia, Piazzale Europa: bus extraurbano n °44.

Cenni storici

La posizione geografica, alla confluenza del torrente Campora nel torrente Crostolo, ne ha storicamente favorito l'insediamento. Il territorio è costellato da un rilevante patrimonio storico, culturale, paesaggistico e ambientale, ed è percorribile attraverso una ricca rete sentieristica.

Le origini di Vezzano sul Crostolo risalgono all'Alto Medioevo e sul suo territorio i Romani realizzarono numerose "domus" rurali. In epoca medievale rappresentò un importante presidio difensivo e di controllo delle vie di comunicazione da e per l'Appennino. Fu annessa al Ducato Estense nel 1420. L'attuale comune nacque, su decreto di Luigi Carlo Farini, il 1 gennaio 1860; alla denominazione iniziale di "Vezzano", si aggiunse nel 1862 quella "sul Crostolo". Vezzano sul Crostolo si caratterizzò in passato, oltre che per essere un importante snodo di comunicazione, anche per la presenza di grandi giacimenti di gesso, alla cui estrazione e lavorazione contribuì la maggioranza della popolazione. Nel centro storico e nelle frazioni sono ancora visibili alcune case-torre risalenti al XV secolo.
Restano tracce della storia medievale dei Canossa a Montalto, Paderna e Casola Canossa; a La Vecchia ogni anno si commemora un episodio della storia recente: l’eccidio della Bettola compiuto nel 1944 dai nazifascisti.

Le origini di Vezzano sul Crostolo risalgono all'Alto Medioevo e sul suo territorio i Romani realizzarono numerose "domus" rurali. In epoca medievale rappresentò un importante presidio difensivo e di controllo delle vie di comunicazione da e per l'Appennino. Fu annessa al Ducato Estense nel 1420. L'attuale comune nacque, su decreto di Luigi Carlo Farini, il 1 gennaio 1860; alla denominazione iniziale di "Vezzano", si aggiunse nel 1862 quella "sul Crostolo". Vezzano sul Crostolo si caratterizzò in passato, oltre che per essere un importante snodo di comunicazione, anche per la presenza di grandi giacimenti di gesso, alla cui estrazione e lavorazione contribuì la maggioranza della popolazione. Nel centro storico e nelle frazioni sono ancora visibili alcune case-torre risalenti al XV secolo.

Restano tracce della storia medievale dei Canossa a Montalto, Paderna e Casola Canossa; a La Vecchia ogni anno si commemora un episodio della storia recente: l’eccidio della Bettola compiuto nel 1944 dai nazifascisti.

Da non perdere

L'Ecoparco di Vezzano sul Crostolo, area pubblica con un’estensione di 55 ettari, ospita esemplari di fauna autoctona e racchiude al proprio interno un'ampia varietà di ecosistemi, tanto da essere una delle aree più densamente popolate da animali selvatici in provincia di Reggio Emilia. Possibilità di merenda e pranzo per singoli, scuole e gruppi organizzati. Vezzano sul Crostolo è anche una tappa della Via Matildica del Volto Santo, direttrice storica di interesse turistico-culturale e percorso di fede. Dal parcheggio del Parco inizia la tappa da Vezzano sul Crostolo a Canossa e la variante per Montalto.

Il territorio, costellato da un rilevante patrimonio storico, culturale, paesaggistico e ambientale, è piacevolmente percorribile attraverso una rete di carrarecce, mulattiere ed una rete sentieristica che lo qualificano come luogo ideale per gli eco-turisti.

Nei dintorni

Guarda Percorri i sentieri di Vezzano, a piedi o in bicicletta. Scarica la cartina e consultala direttamente sul tuo smartphone!

Appuntamenti

Festa dell'Asparago Selvatico - prima domenica di maggio
Degustazioni, stands gastronomici, mostra mercato di prodotti alimentari tipici, laboratorio artistico per bambini, mostre d'arte.

Fiera di San Martino - seconda domenica di novembre
Mercato straordinario, mostre, artigianato, intrattenimento musicale, luna park.

Links utili